Passa ai contenuti principali

Il razzismo più pericoloso si nasconde sotto la superficie

Il razzismo contro i neri aleggia appena sotto la superficie. È implicito, sebbene nascosto, ed è pericoloso, scrive Lorne Foster della York University, Canada. La maggior parte del razzismo moderno rimane nascosto sotto una patina di normalità. Solo le forme più rozze ed evidenti di razzismo sono viste come problematiche dalla maggior parte delle persone. In questo modo l'essere razzista si riduce a una formula molto semplice. Un razzista è un individuo (non un sistema) che consapevolmente non ama gli altri in base alla (presunta) razza; e cerca intenzionalmente di essere cattivo, malizioso o odioso nei loro confronti. Di conseguenza, il discorso dominante sul razzismo lo presenta come persona meschina che fa cose cattive ad altre persone. Questa formula semplicistica è rafforzata dal fatto che, in Canada, ci sono una serie di atti che proteggono dalla discriminazione. Molte persone pensano che a causa della forte infrastruttura di multiculturalismo, equità occupazionale e legislazione sui diritti umani, la discriminazione sia sostanzialmente scomparsa. È ancora qui ed è virulenta. La ricerca sui pregiudizi impliciti mostra che mentre la discriminazione palese o palese "vecchio stile" è in declino nella società moderna, i pregiudizi impliciti o inconsci sono un problema persistente. Ad esempio, le associazioni implicite sui neri portano a "stereotipi di parte", in cui i giovani maschi neri vengono regolarmente identificati come minacce percepite e sono trattati come sintomi di pericolo e criminalità. Quindi, anche se stai solo osservando gli uccelli o stai andando in bicicletta su un ponte, il tuo comportamento può essere messo in discussione. Il pregiudizio implicito porta a stereotipi razziali, che portano a comportamenti discriminatori. Tutti i pregiudizi razziali impliciti sono automatici, ambivalenti, ambigui e molto più pericolosi dei vecchi pregiudizi e discriminazioni del passato perché non vengono rilevati mentre hanno un impatto altrettanto distruttivo sulle vite delle persone razzializzate. Le nuove forme segrete di razzismo sono veleni invisibili e insapori che funzionano a livello di sistema e sono difficili da eliminare. Il razzismo anti-nero sistemico è costituito da stereotipi e barriere tendenziose che sono inerenti al normale funzionamento di un'istituzione, che colpiscono le persone di colore in modo sproporzionatamente negativo, causando effetti o conseguenze negative. Sul posto di lavoro, ad esempio, la ricerca all'avanguardia ha smascherato fenomeni come l'"omofilia", la tendenza delle persone ad assumere persone come loro; e "clonazione culturale" o "riproduzione sociale", la tendenza delle persone in posizioni di potere a riprodursi in posizioni di potere. Questi fenomeni hanno portato alla “diversificazione del bianco” nel mondo del lavoro contemporaneo, dove la diversità si estende solo all'inclusione delle donne bianche. I dati lo confermano. Studi recenti rivelano che i bianchi costituiscono il 96% dei giudici; 93 per cento dei consigli di amministrazione aziendali; 86,4 per cento dei parlamentari e 82 per cento dei professori universitari. Nel frattempo, questo mese abbiamo anche appreso che le asimmetrie razziali sembrano essere più drammatiche tra i dirigenti delle forze armate in Canada. È stata rilasciata una foto ufficiale di otto uomini bianchi ed è stata pubblicata su Twitter dal capo di stato maggiore della difesa delle forze armate canadesi con un messaggio a sostegno della diversità. Prova a immaginare, se vuoi, un atterraggio alieno dallo spazio, tentando di decifrare una narrativa paradossale in cui la "non diversità" è vista come il campione della diversità. Affinché un visitatore dallo spazio possa decifrare questa visione prevalente della diversità, si dovrebbe riconoscere che ci sono regole "informali" del gioco che sono inestricabilmente legate alla cultura e al potere. Per comprendere il razzismo sistemico nascosto, è necessario prendere in considerazione il quadro generale di come funziona la società, piuttosto che limitarsi a guardare le interazioni tra individui, o sentimenti e fallimenti individuali. Questo va oltre l'idea che il razzismo riguardi persone meschine, illuse o immorali. Richiede che iniziamo a vedere come la cultura, il potere e le istituzioni siano le leve primarie del razzismo moderno. Pensa, potremmo finalmente iniziare ad articolare una definizione di diversità che tenga conto delle differenze di prospettiva autentiche e rifletta sulle pratiche effettive di condivisione del potere.

Compra il libro A morte i razzisti

Commenti

Post popolari in questo blog

Il razzismo Disney era sbagliato allora ed è sbagliato oggi

Disney +, che lo scorso anno ha aggiunto un avviso sui contenuti per il razzismo su diversi vecchi film in streaming sulla piattaforma, ha aggiunto un avvertimento più forte a film tra cui Dumbo e Il libro della giungla, a seguito delle critiche di alcuni spettatori nell'anno scorso secondo cui il messaggio iniziale della piattaforma non era abbastanza forte , scrive Isabel Togoh. Disney + ha lanciato un nuovo messaggio su una manciata di cartoni animati classici, che recita: "Questo programma include rappresentazioni negative e / o maltrattamenti di persone o culture... Questi stereotipi erano sbagliati allora e sono sbagliati adesso". I film con il nuovo disclaimer includono Gli aristogatti e Lilly e il vagabondo, che ritraggono entrambi gli stereotipi negativi delle persone asiatiche, e Peter Pan, che contiene insulti razziali contro i nativi americani e la prima nazione. Il disclaimer iniziale uscito l'anno scorso recitava: “Questo programma è presentato come c

Kobe Bryant contro il razzismo

Mentre il mondo continua a ricordare la tragica morte della leggenda del basket Kobe Bryant, avvenuta domenica in un incidente in elicottero, il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha descritto il noto atleta come un modello per il modo con cui ha gestito il razzismo nello sport. "Non conoscevo personalmente Bryant", ha dichiarato Čeferin, "ma sono sempre stato colpito dal modo con cui non ha mai evitato di prendere una posizione ferma contro il razzismo. Lo ha reso un vero modello per altre star dello sport di alto profilo". Čeferin ha ricordato i commenti di Bryant il 16 gennaio sulla recente serie di incidenti razzisti nel calcio, in particolare in Italia, dove la star dei Lakers ha vissuto dai sei ai 13 anni. Nell'intervista condotta dalla CNN in un evento di Major League Soccer in California, Bryant sottolineò il ruolo fondamentale dell'educazione nella lotta al razzismo tra gli appassionati di calcio: “Anche se abbiamo fatto tanta strada, c'

Razzismo sistemico strutturale e istituzionale: significato e spiegazione

Il razzismo strutturale, quello istituzionale e quello sistemico si riferiscono ampiamente al "sistema di conformazioni che hanno procedure o processi che svantaggiano gli afroamericani (e in generale i neri N.d.A.)", ha affermato Andra Gillespie, professoressa associata di scienze politiche e direttrice del James Weldon Johnson Institute presso la Emory University. Secondo l’NAACP, si riferisce alle regole, alle pratiche e ai costumi una volta radicati nella legge con effetti residui che si riverberano in tutta la società. Ma ognuno ha le proprie sfumature, scrivono Julian Glover e Ken Miguel. Razzismo sistemico e strutturale : In molti modi, "razzismo sistemico" e "razzismo strutturale" sono sinonimi e sono usati in modo intercambiabile. Un buon esempio di razzismo sistemico è un impianto di "redlining" un tempo utilizzato dalle banche e dall'industria immobiliare che ha letteralmente delineato i quartieri in cui le persone di c