Passa ai contenuti principali

Il razzismo finisce quando la gente comune decide di non tollerarlo

"La fine del razzismo inizia con la gente comune che decide di non tollerare il razzismo", di Elisa Unangst

Testo vincitore del saggio Tri-C, secondo classificato nel concorso per saggi sulla giustizia razziale di Tri-C, Cuyahoga Community College. Il Cuyahoga Community College aveva recentemente chiesto agli adolescenti del nord-est dell'Ohio di riflettere su una domanda a cui la società spesso fatica a rispondere: cos'è il razzismo e cosa dovremmo fare al riguardo? Quasi 200 studenti hanno risposto.

 

Ufficiale! Per favore, non sparare. Per favore, non fare non spara... Corpi incrostati di cremisi. Il tempo passa e anche le persone. I testimoni vicini ululano mentre corrono per sopravvivere. Le vittime delle violenze giacciono sul pavimento freddo, in attesa della loro uscita. Poiché una persona con una pistola ha deciso che il colore della pelle di qualcuno lo rendeva "minaccioso", e vite innocenti sono perse. Le luci rosse e blu lampeggiano in lontananza. Ironico come i nemici vengano a salvarli. Questo è razzismo e deve finire. C'è un problema così radicato nell'establishment della nostra nazione che molte persone vivono come se il proprio colore della pelle fosse superiore. Secondo il Merriam Webster Learner’s Dictionary, il razzismo è "trattamento inadeguato o violenza contro le persone a causa della loro razza (o) la convinzione che alcune razze di persone siano migliori di altre". La definizione è abbastanza semplice da comprendere per i bambini, ma spesso le persone scelgono di ignorarne il significato. È facile leggere queste parole e affermare l'illiceità del razzismo, ma in qualche modo il razzismo esiste ancora. Poiché sempre più persone aprono gli occhi su questa situazione, una soluzione è vitale. L'attesa per smantellare e demolire il razzismo è stata lunga. La fine del razzismo inizia con le persone comuni che decidono di non tollerare il razzismo. Alcuni modi per fare la differenza includono confrontarsi con persone razziste, amplificare le voci delle persone che soffrono e insegnare ai bambini che le persone muoiono ancora a causa della loro origini. Come nazione, è importante parlare contro il razzismo, essere disposti ad acquisire nuove informazioni e, soprattutto, riparare il danno arrecato alle vittime del razzismo. Per quanto semplice possa sembrare, molti umani sono ancora attivamente razzisti. Il cambiamento può avvenire solo attraverso l'auto-riflessione e le persone che guardano al di fuori di se stesse. Potrebbero non conoscere persone danneggiate dal razzismo o sperimentarlo in prima persona. Avere un rapporto personale con persone che soffrono di razzismo mi fa commiserare e difendere i loro diritti umani. La mia famiglia, i miei amici, i membri della mia comunità, sono tutte persone che adoro e non voglio che vengano trattate in modo ingiusto. Quando le persone comprendono il significato del loro comportamento apparentemente innocuo, possono comprendere il dolore che hanno causato. Le loro azioni hanno portato terrore e spesso provocano danni a persone innocenti (bambini, fratelli, zie, amici), a volte uccise e non tornano mai più. Se le azioni di qualcuno non sarebbero accettabili nei confronti della propria famiglia, allora non sono accettabili per la famiglia di nessuno. Ci sforzeremo di fare meglio in questo momento? Perché in questo momento di auto-riconoscimento possiamo fare un cambiamento e unirci agli altri per combattere il pregiudizio razziale. Possiamo unirci alla trasformazione e al risveglio del cambiamento nelle comunità. In tutto questo movimento lavoriamo per guarire coloro che sono stati feriti e ispirare le generazioni emergenti a seguire queste orme tanto attese verso il bene di tutti. Questa nazione ha la capacità di dimostrare l'uguaglianza. Apri gli occhi e guarda oltre il tuo colore. Chiunque può imparare dagli errori. Insieme possiamo porre fine al razzismo. Lo Stand for Racial Justice High School Essay Contest è stato sponsorizzato da Jack, Joseph e Morton Mandel Humanities Center di Tri-C in collaborazione con cleveland.com, The Plain Dealer e Sun News.

Compra il mio ultimo libro A morte i razzisti

Commenti

Post popolari in questo blog

Il razzismo Disney era sbagliato allora ed è sbagliato oggi

Disney +, che lo scorso anno ha aggiunto un avviso sui contenuti per il razzismo su diversi vecchi film in streaming sulla piattaforma, ha aggiunto un avvertimento più forte a film tra cui Dumbo e Il libro della giungla, a seguito delle critiche di alcuni spettatori nell'anno scorso secondo cui il messaggio iniziale della piattaforma non era abbastanza forte , scrive Isabel Togoh. Disney + ha lanciato un nuovo messaggio su una manciata di cartoni animati classici, che recita: "Questo programma include rappresentazioni negative e / o maltrattamenti di persone o culture... Questi stereotipi erano sbagliati allora e sono sbagliati adesso". I film con il nuovo disclaimer includono Gli aristogatti e Lilly e il vagabondo, che ritraggono entrambi gli stereotipi negativi delle persone asiatiche, e Peter Pan, che contiene insulti razziali contro i nativi americani e la prima nazione. Il disclaimer iniziale uscito l'anno scorso recitava: “Questo programma è presentato come c

Kobe Bryant contro il razzismo

Mentre il mondo continua a ricordare la tragica morte della leggenda del basket Kobe Bryant, avvenuta domenica in un incidente in elicottero, il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha descritto il noto atleta come un modello per il modo con cui ha gestito il razzismo nello sport. "Non conoscevo personalmente Bryant", ha dichiarato Čeferin, "ma sono sempre stato colpito dal modo con cui non ha mai evitato di prendere una posizione ferma contro il razzismo. Lo ha reso un vero modello per altre star dello sport di alto profilo". Čeferin ha ricordato i commenti di Bryant il 16 gennaio sulla recente serie di incidenti razzisti nel calcio, in particolare in Italia, dove la star dei Lakers ha vissuto dai sei ai 13 anni. Nell'intervista condotta dalla CNN in un evento di Major League Soccer in California, Bryant sottolineò il ruolo fondamentale dell'educazione nella lotta al razzismo tra gli appassionati di calcio: “Anche se abbiamo fatto tanta strada, c'

Teoria Critica della Razza Critical Race Theory cos'è spiegazione

In un evento della campagna a Jacksonville il mese scorso, Donald Trump ha condannato la " Critical Race Theory ", arrivando al punto di definirla un cancro, un cancro che la sua amministrazione stava lavorando per rimuovere rapidamente ed efficacemente. Quindi l'amministrazione ha rilasciato un promemoria che ordinava alle agenzie federali di identificare tutti i corsi di formazione sulla teoria critica della razza o "privilegio bianco", e di procedere per eliminarli. In un successivo ordine esecutivo, Trump ha raddoppiato, posizionandosi come l'ultima linea chirurgica contro i milioni di dollari spesi in "propaganda anti-americana". Campus come l'Università dell'Iowa e il John A. Logan College dell'Illinois stanno già sospendendo i programmi di diversità e inclusione come risultato dell'ordine. E gli effetti vanno oltre le università. Il Washington Post osserva che l'ordine ha visto la resistenza di un ampio spettro di gruppi