Passa ai contenuti principali

Il razzismo rende tutti più poveri

La discriminazione danneggia quasi tutti, non solo le sue vittime dirette, scrive Lisa D. Cook. Una nuova ricerca mostra che mentre gli obiettivi immediati del razzismo sono indiscutibilmente i più colpiti, la discriminazione infligge un costo impressionante all'intera economia, riducendo la ricchezza e il reddito di milioni di persone, comprese molte che abitualmente non si considerano vittime. Gli effetti perniciosi della discriminazione sui salari e sul livello di istruzione dei suoi obiettivi diretti sono stati recentemente documentati in modi fantasiosi dalla borsa di studio. Dai salari persi degli afroamericani a causa della segregazione del servizio civile del presidente Woodrow Wilson, alle perdite subite dagli studenti neri e ispanici a causa del divieto californiano di azioni positive, alla scarsità di ragazze nere nei corsi di matematica delle scuole superiori , la portata del pedaggio continua a crescere. Ma gli effetti di più ampia portata del razzismo sistemico potrebbero essere meno ben compresi. Gli economisti stanno considerando sempre più il costo di un'allocazione errata del talento per tutti nell'economia. La mia ricerca dimostra, ad esempio, come la violenza legata all'odio possa ridurre il livello e la crescita a lungo termine dell'economia. Usando i brevetti come procura per l'invenzione e l'innovazione, ho calcolato quanti non sono mai stati rilasciati a causa della violenza - rivolte, linciaggi e leggi di Jim Crow - a cui furono sottoposti gli afroamericani tra il 1870 e il 1940. La perdita è stata considerevole: i brevetti che ci si poteva aspettare dagli afroamericani, date le pari opportunità, sarebbero stati più o meno pari al totale per un paese europeo di medie dimensioni durante quel periodo. Ci si può aspettare che queste enormi perdite creative abbiano avuto un effetto diretto sugli investimenti delle imprese e quindi sulla crescita e sull'attività economica totale. Altri economisti stanno iniziando a stimare i danni all'economia causati dal razzismo in modi ampi. Un principio importante suggerisce che la persona che può produrre un prodotto o un servizio a un costo inferiore rispetto ai suoi pari ha un vantaggio comparativo in quell'attività. Una ricerca recente calcola gli effetti della pratica discriminatoria di collocare lavoratori afroamericani altamente qualificati, che avrebbero potuto prosperare come, diciamo, medici, in occupazioni meno qualificate dove non avevano alcun vantaggio comparativo. Tali pratiche 50 anni fa - che persistono, in misura minore, oggi - sono costate all'economia fino al 40% della produttività e della produzione aggregata di oggi...

Compra il mio ultimo libro A morte i razzisti

Commenti

Post popolari in questo blog

Il razzismo Disney era sbagliato allora ed è sbagliato oggi

Disney +, che lo scorso anno ha aggiunto un avviso sui contenuti per il razzismo su diversi vecchi film in streaming sulla piattaforma, ha aggiunto un avvertimento più forte a film tra cui Dumbo e Il libro della giungla, a seguito delle critiche di alcuni spettatori nell'anno scorso secondo cui il messaggio iniziale della piattaforma non era abbastanza forte , scrive Isabel Togoh. Disney + ha lanciato un nuovo messaggio su una manciata di cartoni animati classici, che recita: "Questo programma include rappresentazioni negative e / o maltrattamenti di persone o culture... Questi stereotipi erano sbagliati allora e sono sbagliati adesso". I film con il nuovo disclaimer includono Gli aristogatti e Lilly e il vagabondo, che ritraggono entrambi gli stereotipi negativi delle persone asiatiche, e Peter Pan, che contiene insulti razziali contro i nativi americani e la prima nazione. Il disclaimer iniziale uscito l'anno scorso recitava: “Questo programma è presentato come c

Kobe Bryant contro il razzismo

Mentre il mondo continua a ricordare la tragica morte della leggenda del basket Kobe Bryant, avvenuta domenica in un incidente in elicottero, il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha descritto il noto atleta come un modello per il modo con cui ha gestito il razzismo nello sport. "Non conoscevo personalmente Bryant", ha dichiarato Čeferin, "ma sono sempre stato colpito dal modo con cui non ha mai evitato di prendere una posizione ferma contro il razzismo. Lo ha reso un vero modello per altre star dello sport di alto profilo". Čeferin ha ricordato i commenti di Bryant il 16 gennaio sulla recente serie di incidenti razzisti nel calcio, in particolare in Italia, dove la star dei Lakers ha vissuto dai sei ai 13 anni. Nell'intervista condotta dalla CNN in un evento di Major League Soccer in California, Bryant sottolineò il ruolo fondamentale dell'educazione nella lotta al razzismo tra gli appassionati di calcio: “Anche se abbiamo fatto tanta strada, c'

Razzismo sistemico strutturale e istituzionale: significato e spiegazione

Il razzismo strutturale, quello istituzionale e quello sistemico si riferiscono ampiamente al "sistema di conformazioni che hanno procedure o processi che svantaggiano gli afroamericani (e in generale i neri N.d.A.)", ha affermato Andra Gillespie, professoressa associata di scienze politiche e direttrice del James Weldon Johnson Institute presso la Emory University. Secondo l’NAACP, si riferisce alle regole, alle pratiche e ai costumi una volta radicati nella legge con effetti residui che si riverberano in tutta la società. Ma ognuno ha le proprie sfumature, scrivono Julian Glover e Ken Miguel. Razzismo sistemico e strutturale : In molti modi, "razzismo sistemico" e "razzismo strutturale" sono sinonimi e sono usati in modo intercambiabile. Un buon esempio di razzismo sistemico è un impianto di "redlining" un tempo utilizzato dalle banche e dall'industria immobiliare che ha letteralmente delineato i quartieri in cui le persone di c