Passa ai contenuti principali

Storia vera di razzismo a scuola

Iniziare l'ultimo anno nel mezzo di una pandemia ha comportato più sfide che mai: navigare tra le domande del college mentre mi occupo del burnout da Zoom e della mancanza di connessione fisica con i miei amici, scrive Rainier Harris. Frequento Regis, il liceo cattolico accademicamente rigoroso nell'Upper East Side di Manhattan. Per coloro che entrano, è gratuito ed è regolarmente riconosciuto come una delle migliori scuole superiori del paese. Quindi è più che un po' preoccupante che io sappia che dovrò affrontare il razzismo occasionale in una simile istituzione. Anche se le lezioni sono iniziate da remoto, il razzismo che molti studenti neri come me hanno sperimentato e continuano a sperimentare a scuola sembra più svuotante emotivamente che mai. Sentivo un immenso orgoglio entrando in Regis, ma anche una grande pressione. Mio fratello maggiore era stato uno studente eccezionale lì. Andò alla Yale University per scienze politiche, quindi completò immediatamente un J.D./M.B.A simultaneo. In tre anni alla Yale Law e alla Yale School of Management. Mia sorella è una senior a Yale, studia informatica e musica. Ottenere la "migliore istruzione possibile" è il mantra dei miei genitori immigrati giamaicani. Essendo il loro figlio più piccolo, sento la pressione di fare lo stesso. Sento che ci si aspetta un certo livello di successo. Eppure, anche in questo ambiente ad alto rendimento, tra i coetanei che "dovrebbero conoscermi meglio", mi sono sentito costantemente diminuito. I compagni di classe hanno fatto numerosi commenti nel corso degli anni su come l'azione affermativa li metta in una posizione di svantaggio per entrare nelle scuole superiori. Anche se so che i miei amici potrebbero aver cercato innocentemente di mettermi a mio agio in un processo di ammissione all'università estremamente difficile, la vedo in modo molto diverso. L'azione affermativa e l'eredità erano una scusa se non fossero entrati a Yale? Volevano cancellare i miei risultati accademici e il mio valore individuale? Anche dopo un'estate di proteste contro le uccisioni di George Floyd, Breonna Taylor, Ahmaud Arbery e numerose altre vittime della brutalità della polizia, le scuole devono ancora lavorare per affrontare il razzismo istituzionalizzato all'interno delle loro comunità. Non sono estraneo al comportamento razzista. Alla scuola media, sono stato preso di mira, così come dai compagni di classe che usavano casualmente la parola con la N. Ogni speranza che questo sarebbe stato evitato a Regis è stata rapidamente smentita. Nelle prime due settimane lì, una mia foto è stata condivisa in giro per la scuola da un compagno di classe bianco; la didascalia si riferiva a me come a una scimmia. Anche nelle circostanze più favorevoli, gli studenti neri si sentono costantemente diversi. Che si tratti di teste che si girano verso di te durante una lezione sulla schiavitù in quarta elementare o di tutti quelli che ti fissano quando si parla di movimento per i diritti civili, ti ci abitui...

Compra il mio ultimo libro A morte i razzisti

Commenti

Post popolari in questo blog

Se Liam Neeson fosse stato nero

Di recente, l’attore irlandese Liam Neeson è salito alla ribalta per un’intervista, in occasione della quale ha raccontato un episodio personale.
Tempo addietro una sua cara amica gli aveva confidato di esser stata violentata.
Neeson si premurò di chiederle di che colore fosse l’aggressore e la donna rispose nero.


Ebbene, la star ha così dichiarato – seppur vergognandosi di se stesso – di essere andato in giro per quasi una settimana ogni giorno armato di un bastone sperando che qualche “bastardo nero” lo provocasse.
Lasciamo perdere l’ottusità del celebre attore, il quale non affermo sia del tutto razzista, ma comunque esprime un concetto altamente discriminatorio senza neanche rendersene conto, e non so cosa sia peggio.
Vi invito invece a immaginarvi l’opposto.
Che so, figuratevi un famoso attore afroamericano come Denzel Washington o Morgan Freeman fare le equivalenti affermazioni, rivelando di aver vagato per giorni in strada alla ricerca di “bastardi bianchi” da picchiare o peggi…

Il volto del razzismo

Il volto del razzismo.
Il volto del razzismo è nell’espressione di un ragazzo che irride un anziano signore.
Ma tu leggi pure come il pronipote di una massa informe di colonizzatori, composta da gente in cerca di fortuna, ma anche di assassini e criminali di ogni tipo, che si permette, sotto l’obiettivo della camera e gli sghignazzi dei suoi compari, di prendersi gioco del discendente delle vittime del genocidio più trascurato della storia, con almeno cento milioni di morti.
Ecco, osservalo con me…


Eccolo, il volto del razzismo.
Quell’espressione ottusamente spavalda.
Quel sorriso tanto ebete quanto privo d’empatia.
Quegli occhi freddi e senza alcuna luce intelligente.
Quel viso, sprezzante e intollerante, non viene dal nulla.
Qualcuno, tra pseudo genitori, cattivi insegnanti di professione o solo per vocazione, vergognosi esempi fatti persona, gliel’hanno disegnato sulla nuda pelle.
Questo è il volto e il figlio.
Del razzismo.


Leggi ancheStorie e Notizie
Seguimi anche suFacebook,Instag…

Il cadavere di un bianco

C’era una volta il bianco.
Ovvero, il presunto colore della pelle di un cadavere trovato laggiù, oltre mare.
In Africa, già.
Ilcorpo di un uomo bianco.
Perché va chiarito, non è razzismo, dicono.
Le parole servono a questo.
A dare un nome alle cose.
A coloro che non ne hanno uno solo.
E soprattutto a quelli le cui generalità non contino affatto, ma solo il colore della pelle.
Perché ci sono parole che sono tutto.
E altre che sono meno di niente.
Ecco perché si perdono nel buio, oscurità dentro se stessa, nero tra il nero più nero.
D’altra parte, si potrebbe magari titolare scrivendo trovato un cadavere, punto.
Rivenuto il corpo di un uomo, e basta.
Per poi informare e aver cura degli essenziali dettagli nell’articolo, o storia che sia.
Perché il senso, ovvero lo scopo della presenza della pagina, il legame che si palesa tra chi la crea e chi la legge, è quello.
Informare e aver cura degli essenziali dettagli.
Invece, ecco ciò che accade.
Trovato il cadavere di un bianco.
Il corpo di un uo…