mercoledì 20 maggio 2020

Spot razzista di Volkswagen e non è il primo

La tedesca Volkswagen ha pubblicato uno spot sui social media per una nuova auto ma si è dovuta scusare per l’evidente contenuto razzista dello stesso.
Il video di dieci secondi pubblicato su Instagram e

Twitter mostra una massiccia mano bianca che spinge un uomo di colore lontano da una nuova Volkswagen Golf gialla parcheggiata sulla strada, quindi lo solleva e lo conduce su una porta aperta, per poi lanciarlo rapidamente all'interno di un caffè francese.

I commentatori sui social media hanno anche notato che mentre lo slogan in lingua tedesca "Der Neue Golf" - "The New Golf" - svanisce alla vista, il miscuglio di lettere può essere letto come un insulto razziale per un breve momento.

E il nome del caffè è Petit Colon, che in francese significa letteralmente il "Piccolo Colono".

La Volkswagen ha a comunicato che il video è stato ritirato e che "possiamo capire lo sdegno e la rabbia".

"Senza dubbio: il video è inappropriato e insipido", ha scritto Volkswagen. "Chiariremo come è potuto accadere qualcosa del genere e ci saranno conseguenze".

La casa automobilistica con sede a Wolfsburg, fondata sotto il nazismo per produrre "l'auto del popolo", ha affermato che data la sua storia ha sempre cercato di "posizionarsi contro ogni forma di razzismo, xenofobia e discriminazione".

"Molte iniziative nell'azienda e nella nostra forza lavoro globale promuovono la diversità, l'integrazione e la cooperazione senza pregiudizi", ha dichiarato Volkswagen. "Ciò rende ancor più fastidioso il fatto che abbiamo commesso questo errore."

Mah, le solite chiacchiere di circostanza, visto che il risultato sperato è già stato ottenuto, ovvero ricevere attenzione. A riprova di ciò, per l’auto del popolo non è la prima volta

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento