mercoledì 27 maggio 2020

La colpa di essere neri

Il sindaco di New York Bill de Blasio ha condannato pubblicamente martedì con un tweet il comportamento di una donna bianca nei confronti di un nero, definendolo una manifestazione d’odio e razzismo, scrive Aaron Feis.
"Il video girato in Central Park è razzismo, chiaro e semplice", ha aggiunto de Blasio dopo la diffusione virale dello stesso. In esso si assiste a un frammento di ciò che è accaduto lunedì. La donna – il cui vero nome è Amy Cooper - perde la pazienza e minaccia di chiamare la polizia perché il birdwatcher Christian Cooper le chiede di
rispettare le regole del parco e tenere il suo cane al guinzaglio. "Dirò loro che c'è un uomo afroamericano che sta minacciando la mia vita", lo ha avvertito lei nel video, che è stato girato dallo stesso Christian Cooper nella zona di Ramble del parco e twittato poi da sua sorella. “C'è un uomo afroamericano. Sono a Central Park ”, ha ripetuto Amy al telefono con la polizia. "Mi sta registrando e sta minacciando me stesso e il mio cane." Sforzandosi di sottolineare più volte che si trattava di un afromericano. Amy Cooper - che martedì è stata licenziata in tronco dalla società di investimenti Franklin Templeton - si è scusata, ma martedì ha dichiarato che la sua "intera vita è stata distrutta" e ha insistito sul fatto che fosse "spaventata" in quel momento. "Ha chiamato la polizia PERCHÉ era un uomo di colore", ha twittato de Blasio. “Anche se è stata lei a infrangere le regole. Ha deciso che lui era il criminale e sappiamo perché. "Questo tipo di odio non ha posto nella nostra città."

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento