giovedì 14 maggio 2020

Canzone per combattere il razzismo: I Found It All Inside

Una band di Vancouver ha dichiarato di averne abbastanza di vedere atti di razzismo durante la nuova pandemia di coronavirus, scrive Amy Judd.

La band “Son of James” ha pubblicato una canzone intitolata "I Found It All Inside", che mostra persone mentre sono recluse in casa.

“Penso che il modo in cui tutto si è unito, credo

sia diventato ancora più potente. E l'abbiamo fatto tutti da casa”, ha detto il cantante e leader Shon Wong.

Wong è canadese e cinese di seconda generazione e ha affermato che gli atti apparentemente casuali di violenza contro gli asiatici a Vancouver hanno ispirato questa canzone.

La polizia di Vancouver sta ancora indagando su quello che sembra essere un assalto non provocato di una giovane donna asiatica il 12 aprile.

La polizia ha detto che stava aspettando ad una fermata vicino a Granville e West Pender quando il sospettato si è avvicinato e le ha dato un pugno in faccia.

"Stiamo indagando su questo come un assalto estraneo e il motivo è sconosciuto", ha detto Sgt. Aaron Roed. "Se questo è un crimine di odio, lo indagheremo così."

Wong ha detto di essere rimasto sbalordito nel vedere quell'attacco.

“E se fosse mia sorella? Quella è la figlia di qualcuno, che non meritava questo ", ha detto.

“Qual è stato il suo crimine? Essere nata cinese? "

La polizia di transito della Metro Vancouver sta inoltre indagando su un caso in cui un uomo avrebbe assalito un’altra persona che ha difeso due donne asiatiche dopo che l'uomo le aveva fatto commenti razzisti.

"In questo momento, è una cosa così strana, perché in questo momento a Vancouver c'è un'intera categoria di persone ritenute responsabili di un virus con cui non avevano nulla a che fare", ha detto Wong.

"Sono tutti quegli atti casuali di odio che mi hanno davvero ispirato".

La band Son of James sta anche usando l'hashtag # elimin8hate, che fa parte del Vancouver Asian Film Festival.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento