Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2020

Dalai Lama condanna il razzismo

Il Dalai Lama ha condannato la morte di George Floyd nel Minnesota e ha inveito contro la discriminazione e il razzismo, scrive Sugam Pokharel.
Il leader tibetano in esilio ha impartito un insegnamento virtuale sulla compassione ai suoi seguaci durante un webcast venerdì mattina da casa sua a Dharamsala, in India.
"Vediamo nei canali di notizie, la discriminazione in base al colore o alla religione in questi giorni, e poi ci sono uccisioni a causa di ciò, e poi ci sono anche alcuni che si sentono orgogliosi di tutto ciò”

Il leader tibetano ha aggiunto: "Proprio ieri ho visto sul telegiornale, da qualche parte nel Minnesota, o da qualche parte in America, una persona di colore sotto una macchina, e la squadra di polizia... e in realtà l’agente che ha spinto il ginocchio sul collo di quella persona nera".
"Quindi è a causa di questa discriminazione, il razzismo in base alla razza, che queste cose vengono fatte", ha osservato il Dalai Lama.

L'indignazione è cr…

Cosa possono fare studenti genitori e insegnanti contro il razzismo?

Niki stava correndo sul campo di calcio quando un paio di insulti razzisti l'hanno fermata sul posto, scrive Erin Handley.

"Quando sono arrivata sul campo, ho pensat che la prima cosa che hanno detto è stata 'ching chong'. Li ho appena guardati e li ho semplicemente ignorati", ha detto all’ABC Niki, che ha chiesto di essere conosciuta con il suo soprannome.
"E poi hanno iniziato a gridare ‘coronavirus’. Non sapevano nemmeno chi fossi."

La 15enne di Melbourne, che di origine sia cinese che indiana, ha affrontato la ragazza della squadra avversaria.

"Mi sono davvero arrabbiata. Ho replicato: 'Non
dovresti davvero dirlo... semplicemente non è carino."

Lo ha riferito al suo allenatore, che le ha consigliato di non rispondere agli avversari "immaturi", ma Niki era anche preoccupata per una suo compagna di squadra, una ragazza di origini filippine.

"Ero davvero spaventata per lei. Non voglio che nessun altro lo provi", ha det…

La colpa di essere neri

Il sindaco di New York Bill de Blasio ha condannato pubblicamente martedì con un tweet il comportamento di una donna bianca nei confronti di un nero, definendolo una manifestazione d’odio e razzismo, scrive Aaron Feis. "Il video girato in Central Park è razzismo, chiaro e semplice", ha aggiunto de Blasio dopo la diffusione virale dello stesso. In esso si assiste a un frammento di ciò che è accaduto lunedì. La donna – il cui vero nome è Amy Cooper - perde la pazienza e minaccia di chiamare la polizia perché il birdwatcher Christian Cooper le chiede di rispettare le regole del parco e tenere il suo cane al guinzaglio. "Dirò loro che c'è un uomo afroamericano che sta minacciando la mia vita", lo ha avvertito lei nel video, che è stato girato dallo stesso Christian Cooper nella zona di Ramble del parco e twittato poi da sua sorella. “C'è un uomo afroamericano. Sono a Central Park ”, ha ripetuto Amy al telefono con la polizia. "Mi sta registrando e sta…

Il razzismo è ora anche una crisi di salute pubblica

Il razzismo è stato ufficialmente dichiarato una crisi di salute pubblica nella più grande contea dell'Ohio, negli USA, scrive Leah Asmelash. I commissari nella contea di Franklin, che comprende la capitale dello stato di Columbus, hanno approvato martedì una risoluzione che afferma che il razzismo "corrisponde alla definizione di crisi di salute pubblica proposta dal dott. Sandro Galea".
Galea, preside della Boston University School of Public, osserva che una crisi di salute pubblica sussite quando "il problema colpisce un gran numero di persone, minaccia la salute a lungo termine e deve richiedere l'adozione di soluzioni su larga scala".

La risoluzione della contea fa riferimento a più di 100 studi che hanno collegato il razzismo ai peggiori risultati sulla salute e delineano il modo in cui il razzismo sistemico incide su molteplici aree della vita, inclusi l'alloggio e l'istruzione.
"Il razzismo svantaggia ingiustamente specifici individui e …

Spot razzista di Volkswagen e non è il primo

La tedesca Volkswagen ha pubblicato uno spot sui social media per una nuova auto ma si è dovuta scusare per l’evidente contenuto razzista dello stesso.
Il video di dieci secondi pubblicato su Instagram e
Twitter mostra una massiccia mano bianca che spinge un uomo di colore lontano da una nuova Volkswagen Golf gialla parcheggiata sulla strada, quindi lo solleva e lo conduce su una porta aperta, per poi lanciarlo rapidamente all'interno di un caffè francese.

I commentatori sui social media hanno anche notato che mentre lo slogan in lingua tedesca "Der Neue Golf" - "The New Golf" - svanisce alla vista, il miscuglio di lettere può essere letto come un insulto razziale per un breve momento.

E il nome del caffè è Petit Colon, che in francese significa letteralmente il "Piccolo Colono".

La Volkswagen ha a comunicato che il video è stato ritirato e che "possiamo capire lo sdegno e la rabbia".

"Senza dubbio: il video è inappropriato e insipido&q…

Il capitalismo è razzista?

Prima della guerra civile americana, gli schiavisti del Sud sostenevano che il loro sistema di lavoro era più umano della "schiavitù salariale" nelle fabbriche del nord industrializzato, scrive Nicholas Lemann. La tesi non ha convinto , ma l'idea ha messo radici al punto che al Sud, durante e dopo la schiavitù, non c’era una vera economia capitalista. Nel 1930, dodici scrittori del sud (tutti bianchi) pubblicarono una raccolta di saggi,
intitolata “I’ll take my stand” (Prenderò la mia posizione), che si aprì con una dichiarazione secondo cui "tutti tendono a sostenere uno stile di vita come quello del Sud contro ciò che può essere chiamato il Modo americano o prevalente; e tutti concordano sul fatto che i termini migliori in cui rappresentare la distinzione sono contenuti nella frase Agrarian vs. Industrial (Agricoltura contro Industria)" Credere che il Sud fosse economicamente diverso non significava essere un difensore della schiavitù o della segregazione; no…

Razzismo di Trump sarà la sua fine

Il presidente Trump non può fare a meno di essere se stesso, scrive Joe Scarborough. L'ex conduttore della reality TV è stato avvertito dallo staff della Casa Bianca, dal suo team di campagna, dai suoi collaboratori finanziari e dai repubblicani di Capitol Hill che le sue conferenze del pomeriggio stavano causando danni politici. Ma dopo un fine settimana in cui sono state twittate teorie cospirative su ex presidenti e insulti rivolti a esperti di telegiornali...
Fedele alla sua forma, Trump si è bruciato.
Il suo "aggiornamento" sul coronavirus si è interrotto bruscamente dopo aver lanciato un'osservazione bigotta nei confronti di una giornalista americano cresciuta nella Virginia dell'Ovest. Quando Weijia Jiang della CBS News ha chiesto a Trump dei suoi fuorvianti commenti sui test, il presidente ha esclamato: "Dovresti chiedere alla Cina". La famiglia di Jiang emigrò dalla Cina quando aveva 2 anni. Per quello che vale, la madre di Trump emigrò negli St…

Canzone per combattere il razzismo: I Found It All Inside

Una band di Vancouver ha dichiarato di averne abbastanza di vedere atti di razzismo durante la nuova pandemia di coronavirus, scrive Amy Judd.

La band “Son of James” ha pubblicato una canzone intitolata "I Found It All Inside", che mostra persone mentre sono recluse in casa.

“Penso che il modo in cui tutto si è unito, credo
sia diventato ancora più potente. E l'abbiamo fatto tutti da casa”, ha detto il cantante e leader Shon Wong.

Wong è canadese e cinese di seconda generazione e ha affermato che gli atti apparentemente casuali di violenza contro gli asiatici a Vancouver hanno ispirato questa canzone.

La polizia di Vancouver sta ancora indagando su quello che sembra essere un assalto non provocato di una giovane donna asiatica il 12 aprile.

La polizia ha detto che stava aspettando ad una fermata vicino a Granville e West Pender quando il sospettato si è avvicinato e le ha dato un pugno in faccia.

"Stiamo indagando su questo come un assalto estraneo e il motivo è sco…

Trump accusato di razzismo di nuovo

Donald Trump martedì sembra aver cercato di continuare uno scontro con una giornalista della CBS News che ha portato il presidente ad essere accusato di essere razzista nei confronti degli americani asiatici, scrive David Smith.

Sembrando di twittare in risposta all'incidente che ha coinvolto Weijia Jiang lunedì sera, Trump ha scritto senza offrire prove: “Gli americani asiatici sono MOLTO arrabbiati per ciò che la Cina ha fatto nel nostro Paese e nel mondo. I cinesi americani sono i più arrabbiati di tutti. Non li biasimo!"

Durante un briefing al Rose Garden della Casa Bianca, Jiang ha chiesto al presidente perché continua a dichiarare - a torto, come ha fatto di nuovo martedì - che gli Stati Uniti stanno ottenendo risultati migliori di altri paesi in termini di test per il coronavirus.

"Perché è importante?" ha chiesto la giornalista,
che è nata in Cina ed è venuta negli Stati Uniti all'età di due anni. "Perché questa è una competizione globale quando, og…

Razzismo comincia da bambini

C'è una narrazione comune, scrive Tasha Wibawa, secondo cui i bambini non vedono la razza - in sociologia e viene definita daltonismo.

Ebbene, ecco alcuni punti chiave:

1. Ci sono notizie di bambini colpiti dal razzismo alimentato dal coronavirus

2. Il razzismo dovrebbe essere affrontato con tutti i bambini, non solo con quelli che lo sperimentano

3. Gli studi mostrano che i bambini assorbono e imparano da gran parte del loro ambiente

Secondo Yin Paradies, professore e presidente del dipartimento sulle relazioni razziali alla Deakin University, "i bambini lo notano".

"Le prove suggeriscono che... i bambini di tre
mesi hanno una preferenza visiva per i volti di determinate razze e che atteggiamenti, reazioni e comportamenti razzisti si sviluppano dai primi anni [e] in poi", ha aggiunto.

Naomi Priest, professoressa associata presso l'Australian National University Centre for Social Research and Methods, ha affermato che fin dai primi giorni della pandemia di …

Covid-19 insegna come funziona il razzismo

Il coronavirus è onnipresente, scrive Vanessa Williams. Ha contagiato le persone in tutti gli stati, nelle grandi città e nelle comunità rurali e di ogni classe economica. Ha infettato e ucciso uomini e donne di tutte le età e di tutte le etnie. In particolare, nelle parole dei Centers for Disease Control and Prevention, gli afroamericani e altre persone di colore hanno sostenuto negli USA "un onere sproporzionato di malattia e morte" da covid-19, la malattia causata dal virus. Un nuovo studio di questa settimana, condotto dalla Rollins School of Public Health della Amfar e della Emory University, ha scoperto che quelle sproporzionatamente nere rappresentano il 22 percento di tutte le contee ma hanno il 52 percento dei casi di coronavirus e il 58 percento delle morti per covid-19.
Darren Hutchinson, un professore di legge che
studia l'impatto della legge riguardo all’etnia delle persone e il genere, pensa che gli americani bianchi possano imparare una o due cose sul razz…

Museo che investe denaro contro il razzismo

Il Museum of Fine Arts di Boston ha dichiarato martedì che istituirà un fondo da 500.000 dollari dedicato alle iniziative sulla diversità, una mossa che arriva un anno dopo che un gruppo di studenti delle scuole medie nere ha dichiarato di essere stato sottoposto a commenti razzisti durante una gita, scrive Jenny Gross.

Il museo ha anche affermato che, nell'ambito di un accordo con lo stato, farà di più per coinvolgere e sostenere le comunità locali, gli artisti e i giovani di colore, secondo Maura Healey, procuratore generale del Massachusetts.

"Le nostre istituzioni culturali svolgono un ruolo
importante nel promuovere e fornire un ambiente inclusivo per le comunità e le persone di ogni provenienza", ha affermato la signora Healey. "L'accordo di oggi riguarda le esperienze di studenti e insegnanti della Helen Y. Davis Leadership Academy e innalza le loro voci e le voci delle comunità locali di colore per aiutare a modellare il cambiamento e una maggiore compre…

Sostenere antirazzismo

Nella Columbia Britannica, in Canada, il Victoria Immigrant and Refugee Center Society è stato scelto dalla provincia per aiutare le comunità a gestire le attività di odio e il razzismo. La provincia afferma che c'è stato un aumento degli incidenti razzisti contro il popolo asiatico e che saranno disponibili a inviare più sostegno e risorse.

Anne Kang, ministro dei servizi per i cittadini afferma che i recenti episodi di razzismo sono "completamente inaccettabili" e che ulteriori risorse andranno ad aiutare i gruppi della comunità a combattere l'odio.

L'organizzazione è stata fondata da tre ex rifugiati nel 1989.

Il direttore esecutivo David Lau ha dichiarato che
il gruppo "è molto orgoglioso di guidare l'importante lavoro svolto nelle comunità per fermare la diffusione del razzismo e porre fine ai recenti picchi di crimini d'odio".

La società ha ricevuto 240.000 di dollari per l'anno in corso. Il gruppo spera di incontrare i leader della c…

Razzismo sistemico nell'alimentazione

Più di due settimane prima che il governatore del Michigan Gretchen Whitmer emettesse un ordine di lockdown il 24 marzo per fermare la diffusione del coronavirus, Paige Jackson si e ammalata, scrive Nadra Nittle.

"Avevo una brutta emicrania, al punto che era difficile tenere gli occhi aperti", ha ricordato Jackson, che vive nel sobborgo di Detroit a Southfield.

Impiegata di un negozio di Amazon e di un
ristorante, Jackson inizialmente si e scrollata di dosso i suoi sintomi. Ma il mal di testa, che è durato giorni, si è trasformato in dolori muscolari. Quando a sviluppato tosse e febbre alta, Jackson ha richiesto cure urgenti. Il personale medico gli ha prescritto farmaci per curare l'influenza e l’ha rimandata a casa. I suoi sintomi, tuttavia, sono peggiorati e la 26enne ha trascorso diversi giorni in ospedale, ricevendo infine una diagnosi di COVID-19.

Oggi Jackson "si sente meglio al 100%". Ma come afroamericana, impiegata in prima linea e residente in uno st…

Razzisti armati e con svavstica negli USA

Il governatore del Michigan Gretchen Whitmer ha rimproverato pubblicamente i manifestanti armati che si sono radunati nella capitale dello stato la scorsa settimana per sfidare gli ordini di lockdown in tutto il paese, scrive Bryan Armen Graham, affermando che i manifestanti hanno incarnato il "peggior razzismo" della storia della nazione.

"Parte della vergogna di ciò che è accaduto nella nostra capitale ha rappresentato alcune delle peggiori forme di razzismo e maggiormente orribili della nostra storia", ha detto Whitmer
durante un'intervista domenicale sullo stato dell'Unione della CNN.

La scorsa settimana Donald Trump aveva detto dei manifestanti: "Queste sono persone molto buone".

Centinaia di manifestanti, molti dei quali non indossavano maschere protettive e alcuni armati legalmente da pistole di grosso calibro, si sono radunati a Lansing giovedì mentre i legislatori hanno discusso della richiesta del governatore democratico di estendere i s…