Passa ai contenuti principali

Razzismo in Cina verso gli africani...

Funzionari africani stanno aspramente criticando la Cina, sia nel pubblico che in privato, per maltrattamenti razzisti nei confronti degli africani nella città cinese di Guangzhou; e gli Stati Uniti affermano che anche gli afro-americani sono stati presi di mira.

Alcuni africani nel centro commerciale hanno riferito di essere stati sfrattati o discriminati tra le paure del coronavirus. E un avviso di sicurezza dell'Ambasciata degli Stati Uniti sabato ha detto che "la polizia ha ordinato a bar e ristoranti di non servire clienti che sembrano essere di origine africana", e funzionari locali hanno avviato test obbligatori e auto-quarantena per chiunque abbia "contatti africani ".

Questo è in risposta a un aumento delle infezioni virali a Guangzhou, hanno detto gli Stati Uniti, aggiungendo che "gli afro-americani hanno anche riferito che alcune aziende e hotel si rifiutano di fare affari con loro". La dichiarazione degli Stati Uniti si intitola "Discriminazione contro gli afro-americani a Guangzhou".

Un recente aumento dei casi di virus in Cina è

stato in gran parte attribuito alle persone che arrivano dall'estero.

Martedì la polizia e l'ufficio di sanità pubblica di Guangzhou hanno riferito ai giornalisti che i funzionari avevano risposto alle voci secondo cui "300.000 persone di colore a Guangzhou stavano scatenando una seconda epidemia", che "ha causato panico". I funzionari hanno detto che la voce non era vera.

I diplomatici africani a Pechino hanno incontrato funzionari cinesi del ministero degli Esteri e "hanno dichiarato in termini molto forti la loro preoccupazione e la condanna delle esperienze inquietanti e umilianti a cui i nostri cittadini sono stati sottoposti". L'ambasciata della Sierra Leone a Pechino, in una nota venerdì, ha aggiunto che 14 i cittadini erano stati messi in quarantena obbligatoria di 14 giorni.

I diplomatici hanno ricordato ai funzionari il loro sostegno alla Cina durante la pandemia, soprattutto nei primi giorni. Alcune nazioni africane che hanno avuto decine o addirittura centinaia di studenti bloccati durante il primo blocco in Cina si sono schierate dalla parte dei funzionari cinesi contro le richieste di evacuazione, e molte nazioni africane hanno elogiato pubblicamente Pechino per la sua risposta ai virus.

Separatamente, in una critica insolitamente aperta a Pechino, il portavoce della Camera dei rappresentanti della Nigeria ha twittato un video di se stesso mentre premeva l'ambasciatore cinese sulla questione.

"È quasi non disciplinare il modo in cui sto parlando, ma è perché sono arrabbiato per ciò che sta succedendo", ha affermato Femi Gbajabiamila.

"Lo prendiamo molto sul serio", ha risposto l'ambasciatore Zhou Pingjian.

Il ministro degli Esteri nigeriano Geoffrey Onyeama ha dichiarato di aver convocato l'ambasciatore per esprimere "estrema preoccupazione" e chiedere una risposta immediata del governo.

Le rimproveri sono proseguite sabato mentre le nazioni africane che hanno lodato apertamente il modello di sviluppo cinese o gli investimenti assertivi nel continente negli ultimi anni hanno chiarito che il trattamento razzista nei confronti dei loro cittadini non sarebbe tollerato.

Il Ghana ha convocato l'ambasciatore cinese quando il ministro degli Esteri Shirley Ayorkor Botchwey ha condannato il trattamento "disumano", ha detto una nota. Il presidente della Commissione dell'Unione Africana, Moussa Faki Mahamat, ha dichiarato di aver convocato l'ambasciatore cinese presso l'UA, Liu Yuxi, per esprimere "la nostra estrema preoccupazione".

In sintesi, i cinesi, discriminati in tutto il mondo per il Coronavirus, nel loro paese discriminano a loro volta gli africani.
In due parole, come già detto, idiozia e follia...

Leggi anche Storie e Notizie

Commenti

Post popolari in questo blog

Il razzismo Disney era sbagliato allora ed è sbagliato oggi

Disney +, che lo scorso anno ha aggiunto un avviso sui contenuti per il razzismo su diversi vecchi film in streaming sulla piattaforma, ha aggiunto un avvertimento più forte a film tra cui Dumbo e Il libro della giungla, a seguito delle critiche di alcuni spettatori nell'anno scorso secondo cui il messaggio iniziale della piattaforma non era abbastanza forte , scrive Isabel Togoh. Disney + ha lanciato un nuovo messaggio su una manciata di cartoni animati classici, che recita: "Questo programma include rappresentazioni negative e / o maltrattamenti di persone o culture... Questi stereotipi erano sbagliati allora e sono sbagliati adesso". I film con il nuovo disclaimer includono Gli aristogatti e Lilly e il vagabondo, che ritraggono entrambi gli stereotipi negativi delle persone asiatiche, e Peter Pan, che contiene insulti razziali contro i nativi americani e la prima nazione. Il disclaimer iniziale uscito l'anno scorso recitava: “Questo programma è presentato come c

Kobe Bryant contro il razzismo

Mentre il mondo continua a ricordare la tragica morte della leggenda del basket Kobe Bryant, avvenuta domenica in un incidente in elicottero, il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha descritto il noto atleta come un modello per il modo con cui ha gestito il razzismo nello sport. "Non conoscevo personalmente Bryant", ha dichiarato Čeferin, "ma sono sempre stato colpito dal modo con cui non ha mai evitato di prendere una posizione ferma contro il razzismo. Lo ha reso un vero modello per altre star dello sport di alto profilo". Čeferin ha ricordato i commenti di Bryant il 16 gennaio sulla recente serie di incidenti razzisti nel calcio, in particolare in Italia, dove la star dei Lakers ha vissuto dai sei ai 13 anni. Nell'intervista condotta dalla CNN in un evento di Major League Soccer in California, Bryant sottolineò il ruolo fondamentale dell'educazione nella lotta al razzismo tra gli appassionati di calcio: “Anche se abbiamo fatto tanta strada, c'

Razzismo sistemico strutturale e istituzionale: significato e spiegazione

Il razzismo strutturale, quello istituzionale e quello sistemico si riferiscono ampiamente al "sistema di conformazioni che hanno procedure o processi che svantaggiano gli afroamericani (e in generale i neri N.d.A.)", ha affermato Andra Gillespie, professoressa associata di scienze politiche e direttrice del James Weldon Johnson Institute presso la Emory University. Secondo l’NAACP, si riferisce alle regole, alle pratiche e ai costumi una volta radicati nella legge con effetti residui che si riverberano in tutta la società. Ma ognuno ha le proprie sfumature, scrivono Julian Glover e Ken Miguel. Razzismo sistemico e strutturale : In molti modi, "razzismo sistemico" e "razzismo strutturale" sono sinonimi e sono usati in modo intercambiabile. Un buon esempio di razzismo sistemico è un impianto di "redlining" un tempo utilizzato dalle banche e dall'industria immobiliare che ha letteralmente delineato i quartieri in cui le persone di c