venerdì 17 aprile 2020

Razzismo estrema destra usa il Coronavirus

Due giovani sono stati arrestati dopo aver affisso a Sheffield degli adesivi razzisti "disgustosi" che affermavano di collegare i migranti con la pandemia di coronavirus.

Gli adesivi recano il logo dell'estrema destra del gruppo e recitano: "Confine aperto, disturbo virale" e "Pub chiusi, frontiere aperte".

La polizia ha riferito i due, di età compresa tra 20 e 22 anni, sono ora sospettati di reati di ordine pubblico aggravati a livello razziale. Sono stati rilasciati sotto inchiesta mentre continuano le indagini.

Il servizio di segnalazione della democrazia locale ha affermato che gli adesivi sono stati visti su lampioni, cassonetti e cartelli della fermata dell'autobus.

Alex Gwynne, che ne ha individuato alcuni e ha

chiesto ai vicini di aiutarli a rimuoverli, ha dichiarato: "L'uso di questa pandemia per diffondere razzismo e odio è inaccettabile".
Il consigliere Ben Miskell ha detto che stava lavorando per rimuovere gli adesivi con urgenza. Ha aggiunto: "Questo è assolutamente disgustoso e arriva in un momento in cui la nostra diversa comunità è impegnata a lavorare insieme per combattere il virus. Questo tipo di comportamento può danneggiare la coesione della comunità e le relazioni in tutta la città. Lavoriamo tutti insieme per cercare di combattere il virus".

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento