lunedì 16 marzo 2020

Anche razzismo e xenofobia sono virus che uccidono

L’alto commissario Michelle Bachelet si è rivolta al Consiglio per i diritti umani mentre i membri si sono incontrati per discutere dei progressi compiuti dal lancio dell'International Decade for People of African Descent nel 2014.

"Come il COVID-19, il razzismo e la xenofobia sono assassini contagiosi", ha detto. “Nell'attuale contesto, in questo Consiglio dobbiamo riunirci e lavorare per il bene comune mantenendo le distanze fisiche tra di noi. Ma la nostra convinzione e la nostra determinazione a promuovere i diritti umani sono più forti che mai. "
Stop alla discriminazione, promozione dell'inclusione.

L'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha

istituito il Decennio internazionale per promuovere e proteggere i diritti umani delle persone di origine africana, che ammontano a circa 200 milioni in tutto il mondo.

La Bachelet l'ha descritta come "una piattaforma unica" che sottolinea il loro importante contributo alla società. Promuove inoltre misure per fermare la discriminazione e sostenere la loro piena inclusione.

"In effetti, in tutto il mondo - e indipendentemente dal fatto che siano discendenti di vittime della schiavitù o di recenti migranti - le persone di origine africana subiscono discriminazioni intollerabili e costituiscono alcuni dei gruppi più poveri ed emarginati", ha affermato.

L'Assemblea Generale terrà una revisione intermedia del Decennio Internazionale quando si riunirà entro la fine dell'anno. I paesi valuteranno i progressi, condivideranno le buone pratiche e decideranno su ulteriori azioni.

La Bachelet ha espresso la speranza che presto si istituirà un forum permanente sulle persone di origine africana e redigerà una relativa dichiarazione delle Nazioni Unite sul rispetto dei loro diritti umani: il primo passo verso un trattato legalmente vincolante.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento