giovedì 20 febbraio 2020

Razzismo nella moda

Un college di moda con sede a New York City si è scusato dopo che una sfilata è stata etichettata come razzista.

Ai modelli è stato chiesto di indossare orecchie, labbra e folte sopracciglia protesiche per una collezione gestita dagli studenti di design della moda all'evento di Manhattan.

Gli accessori sono stati criticati online dopo che un modella afroamericano ha dichiarato che non avrebbe indossato gli articoli "chiaramente razzisti" durante l'evento del 7 febbraio.

Il Fashion Institute of Technology ha affermato che la questione è stata indagata.

"Attualmente", ha dichiarato il presidente Joyce F Brown in una nota, "non sembra che l'intento originale del design, l'uso degli accessori o la direzione creativa dello spettacolo fosse di fare una dichiarazione sulla razza.

"Tuttavia, ora è palesemente ovvio quale sia stato

il risultato. Per questo, ci scusiamo con coloro che hanno partecipato allo spettacolo, con gli studenti e con chiunque sia stato offeso da ciò che ha visto."

La sfilata ha fatto notizia all'inizio di questo mese quando una modella afro-americana ha rivelato che le è stato chiesto di indossare gli accessori.

Amy Lefevre ha detto al New York Post di aver avvisato il personale dello show di sentirsi a disagio nell'indossare gli articoli, ma le è stato detto "va bene sentirsi a disagio per soli 45 secondi".

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento