mercoledì 5 febbraio 2020

Razzismo causa disturbi mentali

Di recente, il comune di Toronto, in Canada, ha annunciato una campagna sul razzismo contro le persone “di colore”, in collaborazione con il TAIBU Community Health Center, nell'ambito dell'iniziativa antidiscriminazione di Toronto For All, incentrata sulle comunità giovanili indigene e transgender, nonché su questioni come l'islamofobia , inclusione della disabilità, violenza nei confronti dei partner e anti-età.

"Il razzismo contro i neri è un problema storico, pervasivo e sistemico a Toronto, che colpisce le possibilità di vita di oltre 400.000 persone di origine africana che chiamano Toronto casa", secondo una dichiarazione sul sito web della città.

"L'esperienza di discriminazione sistemica e le

micro aggressioni sono fattori di stress sociale che aumentano il rischio di salute fisica e mentale negativa tra cui ansia, depressione, suicidio o pensieri auto distruttivi, malattie cardiovascolari, cancro al seno, ipertensione e mortalità prematura.

"Inoltre, gli abitanti di Toronto immigrati non possono facilmente accedere a supporti e servizi culturalmente appropriati per la salute mentale."

La campagna di sensibilizzazione vedrà tre diversi poster collocati nei rifugi di transito fino al 23 febbraio, seguiti dal Black Mental Health Day il 2 marzo.

"Una giornata dedicata alla salute mentale dei neri farà luce e incoraggerà un più profondo impegno sociale nell'affrontare i danni profondi e sistemici del razzismo sulla salute mentale", si legge inoltre nelle intenzioni della città.

"Una giornata annuale per affrontare l'impatto negativo del razzismo sulla salute mentale nelle comunità nere è solo il primo passo, ma è importante per invitare le persone per agire".

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento