Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Calcio e razzismo

Più di 150 incidenti razzisti legati al calcio, solo in Gran Bretagna, sono stati segnalati alla polizia la scorsa stagione. I dati sono stati comunicati dall'Home Office, con un aumento di oltre il 50% rispetto all'anno precedente e più del doppio rispetto a tre stagioni fa.

Le cifre, rivelate dal ministro degli Interni britannico Susan Williams, mostrano tre anni di aumenti negli incidenti segnalati in Inghilterra e Galles, con un netto aumento da 98 a 152 tra le stagioni 2017-18 e 2018-19. In precedenza si era verificato un calo degli incidenti segnalati riguardo ad abusi non violenti identificati dal punto di vista razziale, come gli inni o l'intimidazione verbale, da 99 durante la stagione 2013-14 a 78 nel 2014-15, 68 nel 2015-16 e 70 nel 2016- 17.

Da gennaio 2018 l'Unità di polizia del Regno Unito, la FA e Kick It Out si sono incontrate ogni settimana per discutere degli incidenti della settimana precedente e comunicati a un'agenzia principale per portare ava…

Kobe Bryant contro il razzismo

Mentre il mondo continua a ricordare la tragica morte della leggenda del basket Kobe Bryant, avvenuta domenica in un incidente in elicottero, il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha descritto il noto atleta come un modello per il modo con cui ha gestito il razzismo nello sport.

"Non conoscevo personalmente Bryant", ha dichiarato Čeferin, "ma sono sempre stato colpito dal modo con cui non ha mai evitato di prendere una posizione ferma contro il razzismo. Lo ha reso un vero modello per altre star dello sport di alto profilo".

Čeferin ha ricordato i commenti di Bryant il 16
gennaio sulla recente serie di incidenti razzisti nel calcio, in particolare in Italia, dove la star dei Lakers ha vissuto dai sei ai 13 anni. Nell'intervista condotta dalla CNN in un evento di Major League Soccer in California, Bryant sottolineò il ruolo fondamentale dell'educazione nella lotta al razzismo tra gli appassionati di calcio: “Anche se abbiamo fatto tanta strada, c'è ancor…

Coronavirus: razzismo verso cinesi

L’articolo riguarda il Canada, ma il vergognoso fenomeno si sta già diffondendo ovunque, ancora prima del virus stesso.
Quando una residente di Toronto, Terri Chu, ha twittato che lei e altre madri cinesi temevano l'inevitabile ondata di razzismo che avrebbe accompagnato la diffusione del coronavirus in tutto il mondo, non si era resa conto di quanto sarebbero state viscerali le reazioni.

"Il mio profilo è appena esploso con attacchi al vetriolo da stamattina", ha dichiarato martedì. "Ma è solo la norma, crescendo come minoranza non facente parte di una classe dominante."

Finora il Canada ha visto tre casi confermati di
virus, che hanno avuto origine in Cina, ma i membri della comunità cinese del paese sono già diventati il bersaglio di razzismo.
Il paese ha visto un'ondata simile di xenofobia durante l'epidemia di Sars del 2003, anch’essa iniziata in Cina.

Durante quel panico, molte aziende cinesi gestite in Canada subirono forti perdite poiché la paur…

Scienza contro razzismo

Sembra che non possiamo evitare di avere a che fare con commenti sulla presunta razza riguardo a ciò che domina il nostro panorama mediatico, sia che si tratti di un attore noto, di una principessa ex attrice, o qualsiasi altro personaggio. Questi sono tempi difficili e tali dibattiti sembrano aumentare di frequenza. Ma ci sono alcune sfide per le quali puoi armarti in anticipo, e quando l'argomento riguarda il razzismo, l'arma preferita è la scienza.

Il razzismo è un pregiudizio che ha una relazione di lunga data con la scienza. L'invenzione della cosiddetta razza avvenne nell'era degli imperi e del saccheggio, quando gli esponenti della
disciplina scientifica emergente classificarono le persone del mondo, principalmente dalle loro poltrone. Carl Linnaeus è il padre della tassonomia biologica, avendo inventato il sistema che usiamo oggi: genere e specie - Homo sapiens. Fu anche una figura centrale nell'emergere del razzismo scientifico, insieme a Kant, Voltaire e …

Video contro il razzismo nel giorno della memoria

Harry Kane, Jürgen Klopp e Gary Lineker sono tra le molte personalità di spicco del calcio britannico presenti in un video che verrà mostrato alle partite del quarto turno della Coppa d'Inghilterra per esortare le persone a opporsi all'odio e alla
discriminazione. Il video di due minuti, che ricorda il 27 gennaio, il Memoriale dell'Olocausto, mostra immagini di quest’ultimo insieme ad altre attuali di graffiti antisemiti, ma anche di episodi di razzismo, di islamofobia e di intolleranza in genere, come quella verso una coppia di ragazze aggredite su un autobus di Londra nel 2019.



Leggi ancheStorie e Notizie

Razzismo in Portogallo

Alle elezioni portoghesi dello scorso ottobre, Romualda Fernandes, Beatriz Gomes Dias e Joacine Katar Moreira hanno fatto la storia diventando le prime donne di origine africana elette in parlamento.

Dias, Gomes e Moreira rappresentano diversi partiti politici, ma le loro critiche al razzismo nella società portoghese sono state accreditate come catalizzatori di un dibattito che molti vedono da tempo atteso.

Un rapporto del 2016 del Comitato delle Nazioni Unite sull'eliminazione della discriminazione
razziale, pur rilevando che il Portogallo è diventato più tollerante e inclusivo negli ultimi due decenni, ha criticato la persistenza di "Afrofobia" e "razzismo istituzionale" nel paese.

Negli anni successivi, il Portogallo - come gran parte dell'Europa - ha assistito a un picco nel sentimento di estrema destra, con le elezioni del 2019 che hanno segnato anche la prima volta che un partito di estrema destra ha vinto un seggio in Parlamento dalla caduta della di…

Razzismo danneggia gli affari

Ignorare l'uguaglianza dei popoli negli affari lascerà le aziende in ritardo rispetto ai loro concorrenti, secondo un importante esperto di razzismo.

"Questo non è solo un problema morale. Questo è un problema di profitti e perdite", ha affermato Phillip Atiba Goff, uno psicologo acclamato per aver studiato il rapporto tra questioni razziali e polizia negli Stati Uniti.

Atiba Goff ha osservato che, poiché i mercati si
diversificano, essere indietro su questioni razziali influenzerà in negativo i profitti di un'azienda nello stesso modo in cui tendono a ritardare i progressi nel campo dell'energia verde e dell'uguaglianza di genere.

Parlando in occasione di un convegno sulla realtà del pregiudizio razziale al World Economic Forum di Davos, Atiba Goff ha affermato che è stato necessario definire scientificamente il razzismo, rilevando ciò che lo avrebbe aiutato a diventare un problema risolvibile.

"Come scienziato e psicologico, in realtà definiamo il razzi…

Razzismo colonialismo e genocidi

La schiavitù di un tempo e il razzismo negli Stati Uniti, ieri come oggi, sono conseguenze del genocidio compiuto ai danni dei nativi.
Martin Luther King Jr. vide qualcosa di essenziale: l'espansione e l’occupazione a ovest di terre altrui, con lo scopo di rubarle, modellò e approfondì il rapporto della presunta rivoluzione con la schiavitù, e quindi la discriminazione razziale.

Disse King: “L’America è nata nel genocidio, quando ha abbracciato la dottrina secondo cui l'originale americano era una razza inferiore. Ancor prima che sulla nostra costa vi fossero
numerosi africani, la cicatrice dell'odio razziale aveva già sfigurato la società coloniale. A partire dal XVI secolo, il sangue scorreva in battaglie per la supremazia di una (presunta) razza sull’altra. Siamo forse l'unica nazione che ha cercato di spazzare via la sua popolazione indigena a livello di politica nazionale.”

Allo stesso modo, le sciagurate e disumane politiche coloniali degli USA ed europee, come di…

Razzismo sul treno

Il musicista Soweto Kinch ha raccontato di come non gli è stato permesso di salire su una carrozza ferroviaria di prima classe, nonostante avesse il biglietto giusto.

"È faticoso. Proprio mentre ero in viaggio verso lo
studio oggi non mi è stato permesso di salire su una carrozza ferroviaria di prima classe con un biglietto di prima classe... E se decido di agire, allora sono aggressivo e lo sono, è risaputo, ma vi è una specie di tacita accettazione, tutti sanno cosa sta succedendo.”

"Quello che è successo è che l’addetto ai posti a sedere ha deciso che non ce n’erano abbastanza all'interno di questa carrozza di prima classe, anche se avevo filmato quattro posti perfettamente disponibili. E piuttosto che precipitarmi con rabbia sui social media, ho pensato: "Okay, mi limito a osservare di cosa si tratta."

“Questo è il razzismo. È razzismo o non è razzismo? Ed è particolarmente estenuante dal punto di vista emotivo."

Leggi ancheStorie e Notizie

Razzismo nel calcio: migliorare l’istruzione

La leggenda del basket Kobe Bryant ritiene che sia necessaria una migliore istruzione per affrontare il flagello del razzismo nel calcio.
Il 41enne, cinque volte campione della NBA, è vissuto in Italia dall'età di sei a 13 anni, mentre suo padre giocava a basket come professionista.
Ha sviluppato un amore per il calcio nel nostro
paese, ma ha anche assistito in prima persona al razzismo prima di tornare negli Stati Uniti dove ha trascorso la sua intera carriera di 20 anni con i Los Angeles Lakers.

"È sempre una questione di educazione capire che il razzismo è una cosa che fa parte della nostra cultura da un po'", ha dichiarato Bryant alla CNN durante un evento di Major League Soccer in California.
"Anche se ora abbiamo fatto tanta strada, c'è ancora molto da fare e penso che l’istruzione sia sempre la cosa più importante."

Negli ultimi tempi si sono verificati numerosi episodi di razzismo di alto profilo nel calcio, in particolare in Italia, e non solo …

Razzismo tra gli studenti all'università

Un'università britannica assumerà 20 dei suoi studenti per identificare aspetti del linguaggio comune nel campus che potrebbero essere visti come razzisti.

L'Università di Sheffield, nello specifico, pagherà gli studenti per affrontare le cosiddette "microaggressioni" - che descrivono "commenti sottili ma offensivi".

Saranno addestrati a "condurre conversazioni salutari" sulla prevenzione del razzismo nel campus e nell’organizzazione degli studenti.

Il vice-cancelliere Koen Lamberts ha dichiarato che l'iniziativa vuole "cambiare il modo in cui la gente pensa al razzismo".

Gli studenti saranno pagati circa 9 sterline l'ora come "campioni dell'uguaglianza razziale", lavorando tra le due e le nove ore settimanali per affrontare le "microaggressioni" nell'università.

Tali commenti o azioni potrebbero essere involontari, ma possono causare offesa a un gruppo di minoranza.

Esempi di cosa si intende per micro…

Razzismo alla Radio di Stato tedesca

Sono state riportate al giornale britannico The Guardian alcune testimonianze riguardo a presunte molestie, atti di bullismo, e manifestazioni di razzismo e antisemitismo presso l'emittente pubblica tedesca Deutsche Welle, finanziata dallo stato.

Secondo i membri del personale precedente e attuale, a quanto pare i dirigenti di livello medio e alto ignorano, prendono di mira o mettono a tacere il personale che intende parlare di ciò che accade, licenziandolo o limitandone i turni.

Deutsche Welle, che è finanziata dalle entrate
fiscali, ha circa 1.500 dipendenti. È stata lanciata nel 1953 e produce contenuti in TV, radio e online in 30 lingue.

"DW è una palude", ha dichirato un membro dello staff. “Le irregolarità sono sistemiche: giornalistiche, politiche, etiche. Non c'è modo di pulire questo sistema dall'interno. Il finanziatore di DW, che è il parlamento tedesco, deve assumersi la responsabilità e indagare su ciò che sta accadendo ".

Leggi ancheStorie e Not…

Razzismo e Capitalismo

Nel suo rapporto sul sistema finanziario degli Stati Uniti e sulla schiavitù razziale per il New York Times, 1619 Project, l'esperta di finanza internazionale Mehrsa Baradaran spiega il rapporto tra la schiavitù e lo sviluppo del capitalismo finanziario negli Stati Uniti.

Il Progetto 1619 è "un'importante iniziativa del New York Times", lanciata la scorsa estate in occasione del 400° anno di apertura della schiavitù nel territorio che sarebbe diventato gli Stati Uniti. I mercanti di schiavi olandesi portarono i primi schiavi nelle colonie britanniche nel 1619. Alla fine di quel secolo, la schiavitù razzista aveva sottoposto gli africani a un imprigionamento legale sotto forma di forza lavoro e capitale umano, mentre i “bianchi” venivano privilegiati
come cittadini liberi. Secondo gli argomenti generali presentati dagli autori del Progetto 1619, la schiavitù razzista divenne la base per "quasi tutto ciò che ha veramente reso l'America eccezionale”, ovviamente…

Come combattere il razzismo

"Uccidi il razzismo parlandone": ha affermato un noto artista afro-cubano facendo luce sulla sua esperienza a Cuba.
Tre bambole pendono da una tela bianca al Lowe Art Museum di Coral Gables. L'installazione artistica ha un messaggio scritto in spagnolo che recita: "Il tuo odio non mi uccide. Sono umano come te."

È uno dei tanti lavori presentati alla mostra "Diago: The Pasts of this Afro-Cuban Present". L'artista Juan Roberto Diago presenta una prospettiva della storia cubana incentrata sull'esperienza del cubano nero: schiavitù, disuguaglianze economiche e razzismo sull'isola.

Diago è nato a Cuba durante il regime di Fidel Castro, nei primi anni '70 a Pogolotti, un quartiere in cui la maggior parte dei residenti vive in condizioni di povertà.

Il suo dipinto con le vecchie bambole si chiama Día de Reyes o Kings Day. Le bambole del pezzo sono state donate a Diago dai bambini poveri dell'Avana. Queste vecchie bambole hanno una vernic…

Artisti antirazzisti: Fiona Foley

Fiona Foley apparve provocatoria e a seno nudo nella sua serie di autoritratti del 1994, Badtjala Woman. Le fotografie erano una sorta di bonifica: Foley si era imbattuta in una fotografia d'archivio di una donna indigena, datata 1899 e intitolata semplicemente "Giovane donna dell'isola di Fraser". Non era stato menzionato il nome della donna, dove era nata, il suo ruolo all'interno della sua comunità o le circostanze della sua morte. Foley prese l'immagine e la ricreò usando la sua stessa immagine, dando identità e personalità a quelle immagini coloniali degli indigeni che spesso rimangono senza nome e non identificate
nell'archivio storico.
La pratica artistica di Foley - fotografia, arte pubblica, installazione e, recentemente, film - è spesso focalizzata sulla decolonizzazione delle immagini degli aborigeni e sulla riaffermazione dell'identità e della sovranità culturali indigene. È solo una delle linee trasversali di Who are these straniers e dov…

Razzismo nei libri romantici

I premi più prestigiosi degli Stati Uniti per i romanzi di genere romantico, i Ritas, sono stati cancellati dopo che una serie di giudici e partecipanti si è ritirato dall’organizzazione in seguito a un dibattito sul razzismo in corso che coinvolge il più grande gruppo commerciale del settore, i Romance Writers of America.

A partire da martedì mattina, oltre 300 libri sono
stati ritirati dal concorso da autori critici della recente decisione della RWA di punire l'autrice Courtney Milan come reazione alle sue critiche pubbliche a passaggi rilevati nel romanzo “Somewhere Lies the Moon” di Kathryn Lynn Davis.

Milan, da lungo tempo critica del razzismo nell'industria del romanticismo, aveva definito il libro della Davis un "pasticcio razzista" per le sue raffigurazioni di donne cinesi; Davis e la sua collega romanziera Suzan Tisdale hanno risposto presentando formali denunce di etica alla RWA, definendo Milan una "bulla" che stava danneggiando la loro carriera.